I lavori nell’orto ed in giardino del mese di Marzo

Mimosa

Scrivo questo articolo in extremis e tutto di un fiato….. questo mese non sono riuscito a trovare il tempo….. spero che non sia andata così anche a voi per i lavori invernali da fare in giardino perché ormai la primavera è alle porte e il tempo utile per tutte le operazioni che vi avevamo consigliato a Febbraio e Gennaio sta ormai scadendo.

Ad aggravare la situazione ci si mette pure la stagione strana che per la mancanza del freddo, vede tutte le piante in anticipo di un mese sul normale ciclo vegetativo….. così se ancora non lo avete fatto correte subito in giardino a potare le rose che hanno già cominciato a fare le nuove foglioline e i frutti che sono già da giorni in fiore! Ma se siete dei ritardatari cronici, questa volta potrete anche avere un vantaggio…. infatti se ancora non avete avuto il tempo di raccogliere le olive potete farlo ora. La stagione è stata talmente mite che sulle piante di olivo incredibile ma vero ci sono ancora delle olive perfette per un olio marzolino.

Comunque nonostante il tempo pazzo ecco di seguito alcuni consigli sulle operazioni principali da svolgere in giardino e nell’orto nel bellissimo mese di Marzo.

IN GIARDINO:

– se ancora non lo avete fatto: potate assolutamente le rose, le piante da frutto, le piante da siepe, i cespugli caducifogli che non siano a fioritura primaverile (questi ultimi dovranno essere potati subito dopo la fioritura) e in generale tutte le piante ad alto fusto;
– potate le mimose che hanno finito la fioritura, alleggerendone la chioma e se sono piante giovani controllate che il palo tutore sia sempre ben saldo al terreno, la mimosa infatti è una pianta soggetta a rompersi a causa del legno molto tenero;
– potate le piante di olivo e allo stesso tempo concimatele con un concime equilibrato se sono piante con una buona vegetazione o con un concime molto azotato tipo l’urea se sono piante che hanno bisogno di vegetare;
– è ora il momento per migliorare il vostro prato: se ancora non lo avete fatto eliminate il muschio con del solfato di ferro. Distribuite il solfato di ferro al terreno puro o mescolato con della sabbia (la sabbia vi permette di distribuirlo più facilmente al terreno soprattutto se le superfici da trattare sono ampie). Usate dei guanti di gomma e state attenti a non farlo cadere su superfici chiare, il solfato di ferro macchia! Dopo una settimana il muschio morto diventerà scuro e con una granata di ferro sarà facile eliminarlo. A questo punto potrete riseminare il prato sia dove prima c’era il muschio sia nelle zone dove per altri motivi il prato appare più rado. Procedete come segue: Smuovete il terreno con un rastrello in modo che il seme una volta caduto a terra possa facilmente radicare.
Concimate tutta la superficie con un concime chimico specifico per prati. Seminate cercando di apportare la giusta quantità di seme (non deve essere ne poca ne troppa!).
Ricoprite il seme con torba o con terriccio specifico per la semina (sabbia e torba).
Se potete rullate la superficie.
Mantenete il terreno sempre umido sino a quando non vedrete spuntare le prime foglioline;
– cominciate a preparare i vostri vasi aggiungendo nuovo terriccio, a ripulire le vostre aiuole dalle erbacce e a programmare la piantagione delle fioriture estive, tra pochi giorni (metà marzo) saranno disponibili le prime fioriture: gerani, begonie puzzole ecc
– se qualche pianta del vostro giardino è morta o semplicemente volete cambiarla, adesso è un buon momento per piantare, il caldo estivo è ancora lontano e le piante messe a dimora in questo mese avranno tutto il tempo per radicare e per resistere meglio alla siccità.
– Sebbene quasi agli sgoccioli, potete ancora mettere a dimora qualche bulbo a fioritura primaverile tardiva ed appena il pericolo delle gelate sarà passato, si potranno piantare anche i bulbi a fioritura estiva ed autunnale;
– quando non ci saranno più rischi per il freddo potete rimuovere le protezioni invernali dalle piante o tirarle fuori dalle serre. Se ne hanno bisogno eliminate il secco, potatele, concimatele e rinvasatele.

NELL’ORTO:

La voglia di seminare è tanta ma come sapete marzo pazzo….. il meteo è ancora troppo variabile e il rischio che il freddo che non abbiamo avuto durante l’inverno, faccia capolino ora è molto probabile! Siate quindi prudenti se non volete avere brutte sorprese.
Magari aspettate ancora qualche settimana e poi….. a tutta semina.

­Semina:

Si seminano in letti caldi o sottovetro: angurie, basilici, carciofi, cavoli cappuccio, cavoli verza, cetrioli, invidie, finocchi, melanzane, peperoni, pomodori, porri, sedani, zucche, erbe aromatiche. In pieno campo: barbabietole da orto, biete, carote, cicorie da taglio, cipolle, lattughe, piselli, prezzemolo, rape, ravanelli, rucola, spinaci, zucchini.

Piantagioni e trapianti:

Cipolle bianche, cipolle rosse, aglio rosso, aglio bianco(10cm di profondità, distanti 20 cm), aglio scalogno.

Raccolta:

Si possono ancora raccogliere gli ortaggi invernali: lattughe, radicchio, ravanelli, carciofi, asparagi.

Ripicchettatura e trapianto

Se avete seminato in un semenzaio a cassetta, è il momento di fare la ripicchettatura.
Trapiantate le piantine che hanno due foglioline ben sviluppate in piccoli vasetti singoli, facendo molta attenzione a non strapazzarle troppo e mantenendo integro il pane di terra intorno alle radici. Continuate comunque a tenere i vasetti in un luogo non troppo esposto alle intemperie.

Altri ortaggi più delicati (come melanzane, peperoni e pomodori) non vanno ripicchettati ma potete procedere, verso la fine del mese, quando le piantine sono più sviluppate, a trapiantarli in terra, al riparo sotto il tunnel o il telo.

La luna

Ultimo quarto 2 marzo 2016
Luna nuova 9 marzo 2016
Primo quarto 15 marzo 2016
Luna piena 23 marzo 2016
Ultimo quarto 31 marzo 2016